Walter Veltroni, in quel momento sindaco di Roma, si prepara ad assumere la carica di Presidente del nascente partito del centro-sinistra. Il consigliere politico USA incontra il 5 luglio Matteo Rebasani, direttore delle Relazioni Internazionali del Comune di Roma. Rebasani dice che “Veltroni è filo-americano, ha stretti legami con la comunità ebraica di Roma e sarebbe favorevole ad una maggiore ‘solidarietà con l’Africa’ e ad un miglioramento della salute globale. Rebasani descrive ulteriormente Veltroni come un pro-multilateralista e pro-UE, che non ha ancora una squadra di politica estera (o più realisticamente ogni tipo di squadra politica nazionale) e ha constatato che il Sindaco di Roma è stato in grado di evitare di fare commenti direttamente su molte delle sfide di politica estera degli ultimi sei anni”. Lo stesso Veltroni ad una cena con l’Ambasciatore dichiara che “‘Prodi è debole’ e lui non vuole ‘turbare la stabilità’ del suo governo, e che Prodi “non è piaciuto agli italiani” aggiungendo che se elezioni si svolgessero oggi, ‘Berlusconi lo spazzerebbe via’”

Reference ID Created Released Classification Origin
07ROME1494 2007-07-09 11:11 2011-03-14 11:11 CONFIDENTIAL//NOFORN Embassy Rome

 

C O N F I D E N T I A L SECTION 01 OF 03 ROME 001494SIPDISNOFORN

SIPDIS

E.O. 12958: DECL: 07/05/2017

TAGS: PGOV IT

SUBJECT: VELTRONI: LIFELINE FOR LEFT, BUT MIGHT SINK PRODI

REF: A. ROME 1324

     ¶B. ROME DAILY REPORT (28 JUNE 2007)

     ¶C. ROME DAILY REPORT (6 JULY 2007)

     ¶D. ROME 0877

ROME 00001494  001.2 OF 003

Classified By: CDA Anna M. Borg for reasons 1.4 (b) and (d).

C O N F I D E N T I A L SECTION 01 OF 03 ROME 001494SIPDISNOFORN

SIPDIS

E.O. 12958: DECL: 07/05/2017

TAGS: PGOV IT

OGGETTO: Veltroni: un’ancora di salvezza per la sinistra, ma potrebbe sommergere Prodi

REF: A. ROME 1324

     ¶B. ROME DAILY REPORT (28 JUNE 2007)

     ¶C. ROME DAILY REPORT (6 JULY 2007)

     ¶D. ROME 0877

ROME 00001494  001.2 OF 003

Classified By: CDA Anna M. Borg for reasons 1.4 (b) and (d).

SUMMARY¶1. (C/NF) Rome Mayor Walter Veltroni’s candidacy and near coronation as leader of the soon-to-be Democratic Party (PD) establishes him as an alternative pole of leadership to PM Prodi within the center left.  Veltroni, who successfully presents himself as a political outsider despite a lifetime at the center of politics, told the Ambassador he does not want to destabilize the Prodi government but that he sees parliamentary elections in 2009, or as soon as 2008.  If PM Prodi once had to worry about his radical left and entrists like MoJ Mastella bringing down his government, with Veltroni on the scene the core parties forming his coalition are also now looking beyond him. END SUMMARY. SINTESI¶ 1. (C/NF) La candidatura del sindaco di Roma Walter Veltroni e la vicina incoronazione a leader del nascente Partito Democratico (PD) stabilisce lui come un polo alternativo di leadership al Primo Ministro Prodi all’interno del centro-sinistra. Veltroni, che con successo si presenta come un outsider politico, nonostante una vita al centro della politica, ha detto all’ambasciatore che non vuole destabilizzare il governo Prodi, ma che vede le elezioni parlamentari nel 2009, o prima possibile quelle del 2008. Se il Primo Ministro Prodi una volta si doveva preoccupare che la sua sinistra radicale e i centristi come MoJ Mastella non abbattesse il suo governo, oggi con Veltroni sulla scena i partiti principali che formano la sua coalizione stanno guardando oltre. Fine Sintesi.
WITH THE FUTURE DEMOCRATIC PARTY LOOKING IMPERILED

¶2. (C/NF) The two largest parties comprising the reformist component of the center-left coalition, the Democrats of the Left (DS) and the Democracy is Liberty-the Daisy Party (Daisy), agreed in April to dissolve and form a new Democratic Party (PD) (REF A).  They subsequently agreed to hold a constituent assembly on October 14 to elect/select the Party Secretary and resolve the many policy differences between the two parties.  With the Prodi government stumbling badly at every opportunity (REF B) and persistent internal squabbling over the future structure, leadership and policies of the yet-unborn PD, center-left politicians were becoming increasingly pessimistic that a resurgent former PM Berlusconi could threaten not only the Prodi  Government but the viability of the future PD.

Con il futuro partito democratico che guarda nel pericolo

¶ 2. (C/NF) I due maggiori partiti che costituiscono la componente riformista della coalizione di centro-sinistra, i Democratici di Sinistra (DS) e il partito Democrazia e Libertà-Margherita (Daisy), ha approvato nel mese di aprile lo scioglimento e di formare un nuovo Partito Democratico (PD) (REF A). In seguito hanno deciso di tenere un’assemblea costituente il 14 ottobre per eleggere/scegliere il Segretario del Partito e risolvere le divergenze politiche tra le due parti. Con il governo Prodi che cade ad ogni occasione (REF B) e il persistente litigio interno sul futuro della struttura, sulla leadership e sulle regole del non ancora nato PD, i politici di centro-sinistra stavano sempre più diventando pessimisti per il fatto che un ex Primo Ministro risorgente come Berlusconi potrebbe minacciare non solo il governo Prodi, ma la sostenibilità del futuro PD.

VELTRONI WAS DELIVERED AS THE PARTY’S SAVIOR

¶3. (SBU) Rome Mayor Walter Veltroni, a former DS Party Secretary, has long been considered a likely center-left candidate for the premiership, and speculation that he would run for the PD leadership in October coincided with the announcement the PD would be formed.  By mid-June, Veltroni had received the public blessings of DS President D’Alema and Daisy President Rutelli, and Veltroni formally announced his candidacy on June 27 (REF C).  Recalling the image of his political idol, Robert Kennedy, Veltroni was spun as the savior of the center left.

Veltroni è stato presentato come salvatore del partito

¶ 3. (SBU) Il Sindaco di Roma Walter Veltroni, ex Segretario del Partito dei DS, è stato a lungo considerato un probabile candidato alla premiership del centro-sinistra, e la speculazione che è circolata per la leadership PD nel mese di ottobre ha coinciso con l’annuncio che si sarebbe formato il PD. Verso metà giugno Veltroni aveva ricevuto la benedizione pubblica del presidente Ds D’Alema e del Presidente della Margherita Rutelli, e Veltroni ha annunciato formalmente la sua candidatura il 27 giugno (REF C). Richiamando l’immagine del suo idolo politico, Robert Kennedy, Veltroni era dipinto come il
salvatore del centro sinistra.

VELTRONI TALKS OF TURNING THE PAGE

¶4. (C/NF) Announcing his candidacy, Veltroni recognized the achievements of the Prodi government, but spoke of the need to turn the page, isolate the radical left and attract swing voters. (Note: Veltroni admitted to the Ambassador in a meeting July 3 that marginalizing the far left could cost him as much as ten percent of the electorate, but that it was necessary in order to implement reforms and that he hoped to attract swing voters to compensate for the loss. End Note.)

Veltroni parla di voltare pagina

¶ 4. (C / NF) Annunciando la sua candidatura, Veltroni ha riconosciuto la realizzazione del governo Prodi, ma ha parlato della necessità di voltare pagina, di isolare la sinistra radicale e di attrarre gli elettori incerti. (Nota: Veltroni in un riunione del 3 luglio con l’Ambasciatore, ha ammesso che emarginare l’estrema sinistra potrebbe costargli più del dieci per cento dell’elettorato, ma che era necessario al fine di attuare le riforme e che sperava di attrarre elettori indecisi per compensare la perdita. Fine nota).

¶5. (U) Veltroni announced four main goals: (1) addressing the increasingly problematic challenges of climate change; (2) developing a new compact among the generations to tackle outstanding social unbalances with an emphasis on poverty, long-term care for the elderly, social mobility (along the U.S. model), flexible postponement of the retirement age, tax reductions, improving universities for a knowledge-based society and a containment of fiscal spending; (3) addressing “”precarieta,”” or the instability and frustration that Italy’s youth face in the labor market which prevents many of them from establishing a family; and (4) improving personal security in large cities.  He confirmed these priorities at his July 3 meeting with the Ambassador.  Veltroni only once mentioned foreign policy in his 90-minute speech, saying he is against war. ¶ 5. (U) Veltroni ha annunciato quattro obiettivi principali: (1) affrontare le sfide sempre più problematiche del cambiamento climatico, (2)
lo sviluppo di un nuovo patto tra le generazioni per affrontare gli eccezionali squilibri sociali con particolare attenzione alla povertà, all’assistenza a lungo termine per gli anziani, alla mobilità sociale (seguendo il Modello americano), al rinvio flessibile dell’età pensionabile, alle riduzioni d’imposta, ad un miglioramento delle università per una società basata sulla conoscenza e ad un contenimento della spesa fiscale, (3) indirizzare la “Precarietà” o l’instabilità e la frustrazione che i giovani italiani si affacciano al mercato del lavoro, che impedisce a molti di loro di costituire una famiglia e (4) il miglioramento della sicurezza personale nelle grandi città. Egli ha confermato queste priorità nel suo incontro del 3 luglio con l’ambasciatore. Veltroni solo una volta ha menzionato la politica estera nel suo discorso di 90 minuti, dicendo che è contro la guerra.
¶6. (C/NF) Poloff met July 5 with Matteo Rebasani, Director of International Relations for the City of Rome.  Rebasani said Veltroni is pro-U.S, has close ties with Rome’s Jewish community and would favor increased “”solidarity with Africa,”” and improved global health.  Rebasani further described Veltroni as a multilateralist and pro-EU.  Rebasani said Veltroni does not yet have a foreign policy team (or really any kind of national policy team) and noted that as the Mayor of Rome he has been able to avoid directly commenting on many of the foreign policy challenges of the past six years. Rebasani said any foreign/domestic policy team would have to take into account existing party positions. ¶ 6. (C / NF) Il consigliere politico ha incontrato il 5 luglio Matteo Rebasani, direttore delle Relazioni Internazionali del Comune di Roma. Rebasani ha detto che Veltroni è filo-americano, ha stretti legami con la comunità ebraica di Roma e sarebbe favorevole ad una maggiore “solidarietà con l’Africa” e ad un miglioramento della salute globale. Rebasani ha ulteriormente descritto Veltroni come un pro-multilateralista e pro-UE. Rebasani ha detto che Veltroni non ha ancora una squadra di politica estera (o più realisticamente ogni tipo di squadra politica nazionale) e ha constatato che il Sindaco di Roma è stato in grado di evitare di fare commenti direttamente su molte delle sfide di politica estera degli ultimi sei anni. Rebasani ha detto che qualsiasi team di politica interna e straniera avrebbe dovuto tener conto delle attuali posizioni del partito.
DARIO FRANCESCHINI ON THE TICKET

¶7. (C/NF) Daisy Party member and former Christian Democrat Dario Franceschini will be Veltroni’s number two, as a result of a selection process that Veltroni likened to a U.S.-style electoral ticket.  Veltroni told the Ambassador he had selected Franceschini for party balance (Veltroni is from the DS and Franceschini is from the Daisy) and because Franceschini is from the North (Veltroni is from Rome).  A Franceschini assistant told Poloff July 2 that Veltroni would remain as Mayor of Rome for the foreseeable future as he was reelected only one year ago.  In contrast, Franceschini would likely step down as Ulivo Group Leader in the Chamber of Deputies and take over day-to-day management of the PD. Rebasani confirmed this probable division of labor on July 5.

Dario Franceschini Numero Due

¶ 7. (C / NF) Il  membro del Partito della Margherita ed ex democristiano Dario Franceschini sarà il numero due di Veltroni, a seguito di un processo di selezione che Veltroni lo ha paragonato ad una candidatura elettorale sul modello americano. Veltroni ha detto all’ambasciatore che aveva selezionato Franceschini per l’equilibrio del partito (Veltroni è dei DS e Franceschini è della Margherita) e perché Franceschini viene dal nord (Veltroni è di Roma). Un assistente di Franceschini ha detto il 2 luglio al consigliere politico che Veltroni sarebbe rimasto Sindaco di Roma nell’immediato futuro essendo stato rieletto solo un anno fa. Al contrario, Franceschini sarebbe probabilmente diventato capogruppo dell’Ulivo alla Camera dei Deputati e avrebbe assunto la direzione quotidiana del PD. Rebasani ha confermato questa probabile divisione dei compiti il 5 luglio.

VELTRONI ON THE VELTRONI EFFECT

¶8. (C/NF) The Ambassador hosted Veltroni for lunch at Villa Taverna on July 3 and asked Veltroni how he plans to coordinate with the Prodi government.  Stating that his relations with the Prodi government will be his most difficult challenge, Veltroni said “”Prodi is weak,”” and that he does not want to “”upset the stability”” of the government. Veltroni predicted the Prodi government would last until 2009 and that elections would likely be held in the spring of 2009 but said it “”could be as early as 2008.””  Veltroni continued that Prodi “”is not liked”” by Italians and added that if elections were held today, “”Berlusconi would clean up.””

Veltroni a proposito dell’effetto Veltroni

¶ 8. (C / NF) L’ambasciatore ha ospitato Veltroni a pranzo a Villa Taverna il 3 luglio e ha chiesto a Veltroni come pensa di coordinarsi con il governo Prodi. Affermando che il suo rapporto con il governo Prodi sarà la sua sfida più difficile, Veltroni ha dichiarato: “Prodi è debole” e lui non vuole “turbare la stabilità” del governo. Veltroni ha previsto che il governo Prodi sarebbe durato fino al 2009 e che le elezioni si sarebbero probabilmente tenute nella primavera del 2009 ma ha detto che “potrebbero esserci già nel 2008.” Veltroni ha continuato che Prodi “non è piaciuto agli italiani” e ha aggiunto che se elezioni si svolgessero oggi, “Berlusconi lo spazzerebbe via”.

¶9. (C/NF) The press has speculated that U/S Enrico Letta, Development Minister Pier Luigi Bersani, and others are upset with the apparent selection from on high of Veltroni as the future PD Party Secretary and might challenge him in party primaries.  Veltroni brushed off any concern, telling the Ambassador he was certain he would be ‘elected’ at the October 14 assembly.  Rebasani also said he doubted there would be any serious challenge to Veltroni’s leadership but admitted that others might soon announce their candidacy. ¶ 9. (C / NF) La stampa ha ipotizzato che il sottosegretario Enrico Letta, il Ministro per lo Sviluppo Pier Luigi Bersani e altri sono sconvolti per l’apparente selezione dall’alto di Veltroni come futuro segretario del PD e potrebbero sfidarlo alle primarie. Veltroni ha spazzato via ogni preoccupazione, dicendo all’ambasciatore di essere sicuro che sarebbe stato ‘eletto’ all’assemblea del 14 ottobre. Rebasani ha anche detto di dubitare che ci sarebbe una grande sfida per la leadership di Veltroni, ma ammesso che altri potrebbero presto annunciare la propria candidatura.
PUNDITS ON THE VELTRONI EFFECT

¶10. (C/NF) Prodi’s government continues to stumble, with pension reform proving particularly difficult (REF D), and other scandals periodically resurfacing.  As Veltroni put it, Prodi is weak, and no political analyst is predicting he will get stronger.  Veltroni’s announcement that he would run for PD Party Secretary has sparked muted optimism in many center-left politicians (but not about the Prodi government) and expressions of concern from some on the center right who concede Veltroni would be a strong opponent.

I ben informati sull’effetto Veltroni

¶ 10. (C/NF) Il governo Prodi continua a cadere, con la riforma delle pensioni che si rivela particolarmente difficile (REF D), e per altri scandali che periodicamente riemergono. Come Veltroni ha anmesso, Prodi è debole, e nessun analista politico sta prevedendo che diventerà più forte. L’annuncio di Veltroni che avrebbe corso per il ruolo di segretario del partito del PD ha suscitato cauto ottimismo in molti politici de centro-sinistra (ma non sul governo Prodi) e le espressioni di preoccupazione da parte di alcuni del centro-destra che ammettono che Veltroni sarebbe un forte avversario.

¶11. (C/NF) Veltroni has a long history in center-left politics but after five years off the national scene as Rome’s Mayor, he successfully sells himself as a political outsider and fresh face.  A former member of the defunct Italian Communist Party (PCI), Veltroni recently announced he was never really a communist to relatively few expressions of disbelief.  Veltroni is widely viewed as media savvy; he brought a major film festival to Rome and cleaned up ome’s once dirty city center.  Despite the fact that Romans complain that he has done nothing to improve Rome’s crumbling infrastructure outside the historic center, Veltroni easily won last year’s election with sixty percent of the vote. ¶ 11. (C / NF) Veltroni ha una lunga storia nella politica del centro-sinistra, ma dopo cinque anni lontano dalla scena nazionale come sindaco di Roma, vende se stesso come un outsider politico e un volto nuovo. Ex membro del defunto Partito Comunista Italiano (PCI), Veltroni ha annunciato di recente che non è mai stato un comunista suscitando relativamente poche espressioni di incredulità. Veltroni è ampiamente riconosciuto come un buon conoscitore dei media; egli ha portato un grande festival del film a Roma e ripulito di Roma una volta sporco centro della città. Nonostante il fatto che i Romani lamentano del fatto che egli non ha fatto nulla per migliorare la Roma rovina infrastrutture al di fuori del centro storico, facilmente Veltroni ha vinto le elezioni dello scorso anno con il sessanta per cento dei voti.
¶12. (C/NF) Politicians and analysts from both the left and right say Veltroni presents a solid opponent for the center right whenever Italy next holds parliamentary elections. They are split as to whether Veltroni strengthens or weakens Prodi in the short run. ¶ 12. (C/NF) I politici e gli analisti sia di sinistra che
di destra dicono che Veltroni si presenta come un avversario solido per il centro destra alle prossime elezioni parlamentari italiane. Essi sono divise sulla questione se Veltroni rafforzi o indebolisca Prodi nel breve periodo.
¶13. (C/NF) A minority says that Veltroni does not want to see the Prodi government fall in the near future.  They say it would be catastrophic for the future PD to be created precisely when the Prodi government falls.  As a result, they say Veltroni and current DS/Daisy leaders will want to keep the moribund Prodi government on life support at least through the difficult budget battles of the fall. ¶ 13. (C/NF) Una minoranza dice che Veltroni non vuole vedere la caduta del governo Prodi nel prossimo futuro. Essi dicono che sarebbe catastrofico per il futuro del PD essere creato proprio quando il governo Prodi cade. Di conseguenza, essi dicono che Veltroni e la corrente DS/Margherita vorranno rimanere a sostegno della vita del moribondo governo Prodi almeno nelle difficili battaglie per evitarne la caduta.
¶14. (C/NF) Most analysts predict Veltroni’s leadership role will quickly eclipse Prodi’s ability to manage the increasingly complicated center-left political balancing act.  More importantly, the future of the center left and its politicians will depend more on Veltroni’s prospects than the fate of Prodi’s current government.  Some say that Veltroni, and his new party, will want to take advantage of Veltroni’s popularity and relatively fresh image to take on a center right led by the 71-year-old Berlusconi as soon as possible. ¶ 14. (C / NF) La maggior parte degli analisti prevede che il ruolo di leadership di Veltroni eclisserà rapidamente la capacità di Prodi di gestire la sempre più complicata azione di bilanciamento politico del centro-sinistra.  Ancora più importante, il futuro del centro sinistra e dei suoi politici dipenderanno più dalle prospettive di Veltroni che dal destino del governo Prodi. Alcuni dicono che Veltroni, e il suo nuovo partito, vorranno approfittare della popolarità e dell’immagine relativamente fresca di  Veltroni per contrastare il più presto possibile un centro destra guidato dal 71enne Berlusconi.
COMMENT

¶15. (C/NF) There is no doubt that Rome Mayor Walter Veltroni’s entrance on the national scene has revitalized the center left and that his presence will increasingly challenge Prodi’s leadership.  It is less certain what impact Veltroni will have on the moribund Prodi government’s longevity.  Some say Veltroni will want elections as soon as possible in order to capitalize on his current popularity.  But he told the Ambassador he will need time in order to face the resurgent former PM Berlusconi on the right terms.  Until now, PM Prodi’s main internal challenge has been the radical left and centrists like MoJ Mastella.  With the rise of Veltroni, however, the mainline parties of his center-left coalition are also looking beyond him to a new political alignment better able to confront the center-right. END COMMENT.

BORG

COMMENTO

¶ 15. (C/NF) Non vi è dubbio che l’entrata del Sindaco di Roma Walter Veltroni sulla scena nazionale ha rivitalizzato il centro sinistra e che la sua presenza sfiderà sempre più la leadership di Prodi. È meno certo quale impatto Veltroni avrà sulla longevità del moribondo governo Prodi. Alcuni dicono che Veltroni vorrà le elezioni il più presto possibile, al fine di capitalizzare la sua popolarità. Ma egli ha detto all’ambasciatore che ha bisogno di tempo per affrontare il risorgente ex premier Berlusconi nei giusti modi. Fino ad ora, la principale sfida interna del Primo Ministro Prodi è stata la sinistra radicale e i centristi Moj come Mastella. Con l’ascesa di Veltroni, tuttavia, le parti più allineate della sua coalizione di centro-sinistra stanno anche guardando oltre a lui un nuovo allineamento politico in grado di confrontarsi meglio con il centro-destra. FINE COMMENTO.

BORG

EnGiCav