Nel Settembre 2008 Dick Cheney, Vice Presidente degli Stati Uniti, viene in visita in Italia ed incontra Berlusconi, Napolitano e enti ed istituzioni politiche ed economica. In preparazione della visita, l’Ambasciatore in Italia Spogli predispone un quadro politico ed economico di dettaglio da presentare al Vice di George Bush, nel quale commenta l’attuale crisi economica in cui versa l’Italia e le difficoltà di bilancio che sono anche la causa principale del blocco di investimenti nel settore della Difesa e quindi nel supporto alle missioni italiane nel mondo, in particolare in Afghanistan. Anche in questo cablogramma si ribadiscono i forti rischi di un amicizie “pericolose” italo-russe tra i Presidenti Berlusconi e Putin e tra le aziende ENI e Gazprom.

Reference ID Created Released Classification Origin
08ROME1021 2008-08-12 14:02 2011-02-22 11:11 SECRET//NOFORN Embassy Rome

 

S E C R E T SECTION 01 OF 05 ROME 001021NOFORN

SIPDIS

FOR THE VICE PRESIDENT FROM THE AMBASSADOR

E.O. 12958: DECL: 08/12/2018

TAGS: PREL PGOV IT

SUBJECT: SCENESETTER FOR THE VICE PRESIDENT’S SEPTEMBER 4-10 TRIP TO ITALY

ROME 00001…

Classified By: Ambassador Ronald P. Spogli for reasons 1.4 (b) and (d).

S E C R E T SECTION 01 OF 05 ROME 001021NOFORN

SIPDIS

FOR THE VICE PRESIDENT FROM THE AMBASSADOR

E.O. 12958: DECL: 08/12/2018

TAGS: PREL PGOV IT

OGGETTO: Scenario per il viaggio in Italia del Vice Presidente (Cheney, ndr) dal 4 al 10 Settembre (2008, ndr)

ROME 00001…

Classified By: Ambassador Ronald P. Spogli for reasons 1.4 (b) and (d).

¶1. (C/NF) Summary. Mr. Vice President, Silvio Berlusconi’s government has worked hard over its first months in office to regain its position as our best ally in continental Europe. Your September 4-10 visit comes as the Berlusconi government reconvenes for what promises to be an important legislative session.  Although it has a strong electoral mandate, the government needs to take decisive steps to revitalize the economy and reduce budget deficits.  Your visit presents an opportunity to build upon the President’s June visit by encouraging the Berlusconi government to remain focused on much-needed economic and institutional reforms, while maintaining the defense capabilities and commitments that are essential to bilateral and NATO interests. ¶ 1. (C / NF) Riepilogo. Signor Vice Presidente, il governo di Silvio Berlusconi ha lavorato molto nei suoi primi mesi in carica per riconquistare la sua posizione come il nostro migliore alleato in Europa continentale. La vostra visita del 04-10 Settembre avviene mentre il governo Berlusconi riprenderà quella che promette di essere un’importante sessione legislativa. Anche se ha un forte mandato elettorale, il governo deve adottare misure risolutive per rilanciare l’economia e ridurre i deficit di bilancio. La vostra visita presenta un’opportunità per riprendere la visita di Giugno del Presidente allo scopo di incoraggiare il governo Berlusconi a rimanere concentrato sulle molto necessarie riforme economiche e istituzionali, pur mantenendo la capacità di difesa e gli impegni che sono essenziali per gli interessi bilaterali della NATO.
¶2. (C/NF) Berlusconi’s government has taken pains to work with us, but mandatory budget cuts mean we will need to coordinate on the specifics.  Berlusconi relaxed geographic caveats for Italian ISAF forces, but we are monitoring progress on bringing promised police and border guard trainers into the field.  Berlusconi and Foreign Minister Frattini have been extremely cooperative on Iran, even if Italy has not been invited to join the P5+1 as they hoped. Coordination has been very good on Lebanon and Israel, though we have not yet made the same type of progress on trans-Atlantic relations with Russia. You will also be meeting President Giorgio Napolitano, who continues to exercise his authority with conscientiousness and to be a stabilizing force in the government — even when it makes him unpopular among his colleagues on the center-left. End Summary. ¶ 2. (C / NF) Il governo Berlusconi si è sforzato di lavorare con noi, ma i tagli obbligatori di bilancio significano che sarà necessario coordinarci sulle specifiche. Berlusconi ha allentato i punti di tensione geografici per le forze italiane di ISAF, ma stiamo registrando progressi nel mettere in campo istruttori di polizia e guardie di frontiera. Berlusconi e il ministro degli Esteri Frattini sono stati estremamente collaborativi sull’Iran, anche se l’Italia non è stata invitata ad aderire al P5+1 come essi speravano. Il coordinamento è stato molto buono sul Libano e su Israele, anche se non abbiamo ancora fatto lo stesso tipo di progressi in materia di relazioni transatlantiche con la Russia. Voi incontrerete anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che continua ad esercitare la sua autorità con coscienza ed essere una forza di stabilizzazione del governo – anche quando ciò lo rende impopolare tra i suoi colleghi del centro-sinistra. Fine Riepilogo.
Berlusconi Government Embarks on Challenging Autumn¶3. (C/NF) Over his first hundred days in office, Berlusconi delivered concrete results on election promises.  His coalition’s solid majorities in both chambers of parliament allowed the swift adoption of wide-ranging laws on domestic security and the budget.  Berlusconi intends to pass significant judicial reforms and devolve more fiscal powers to the regions between now and the end of the year. Politicians of all stripes agree that deep institutional reform is essential.  But initial hopes of cross-aisle cooperation have faded, as the weakened opposition has signaled its intent to protest budget cuts and changes to the dysfunctional and deeply politicized judicial system. Il governo Berlusconi si imbarca nella Sfida d’Autunno¶ 3. (C / NF) Nei primi cento giorni in carica, Berlusconi ha dato risultati concreti alle promesse elettorali. La sua solide maggioranza di coalizione, in entrambe le camere del parlamento ha permesso la rapida adozione di disposizioni legislative di ampio respiro in termini di sicurezza interna e di bilancio. Berlusconi intende approvare significative riforme giudiziarie e devolvere maggiori poteri fiscali alle regioni da qui alla fine dell’anno. I politici di tutte le parti sono d’accordo che sia essenziale una profonda riforma istituzionale. Ma le speranze iniziali di collaborazione trasversale sono appassite, in quanto l’opposizione indebolita ha segnalato la sua intenzione di protestare contro i tagli di bilancio e le modifiche al disfunzionale e profondamente politicizzato sistema giudiziario.
An Ally in Economic Decline — We Can Help Change This¶4. (SBU) A G8 member and one of the world’s largest economies, Italy’s influence is threatened by perennially slow economic growth. Its economy has grown a full percentage point slower than the EU average this decade. A burdensome bureaucracy, corruption, organized crime, a low birth rate, severe labor market rigidity, a weak educational system, and a business culture that rewards connections instead of merit are all factors contributing to stagnation – a condition that bedeviled both the Prodi government and the Berlusconi government that preceded it. The slow growth that results from this mess seriously threatens Italy’s ability to be the kind of “”boots on the ground”” ally that we want it to be. Un alleato in declino economico – noi possiamo aiutare a cambiare questo¶ 4. (SBU) Membro del G8 e una delle più grandi economie del mondo, l’influenza dell’Italia è minacciata da una perennemente lenta crescita economica. La sua economia è cresciuta di un punto percentuale più lentamente rispetto alla media europea di questo decennio. Una burocrazia pesante, corruzione, criminalità organizzata, un basso tasso di natalità, una pesante rigidità del mercato del lavoro, un debole sistema educativo, e una cultura imprenditoriale che premia i legami invece del merito sono tutti fattori che contribuiscono alla stagnazione – una condizione che ha tormentato sia il governo Prodi sia il governo Berlusconi che l’ha preceduto. La lenta crescita che deriva da questa confusione minaccia seriamente la capacità dell’Italia di essere una sorta di alleato “impegnato sul campo” come vogliamo che sia.
¶5. (U) To address this economic threat to our alliance, in 2006 the Embassy launched the Partnership for Growth, an ambitious, multi-faceted effort to spur economic dynamism by helping move research to market, grow risk capital markets, support innovation by strengthening intellectual property rights, and create Italian entrepreneurial role models. Through our Fulbright Business Exchange and Student Training (BEST) scholarship program we send young Italian scientist-entrepreneurs to Silicon Valley for six months of total immersion in the U.S. entrepreneurial environment. They come back energized, ready to do in their country what we have done in ours. Of particular note, almost all costs are covered by donations from Italian companies. We have also brought many of the top minds in U.S. innovation to Italy, to share their ideas on how countries can make progress. We have created dozens of new, web-based avenues for communication and idea-sharing between the U.S. and Italy. And through more than 200 events over the last two years, we have made the Italian elite understand what needs to be done to put their country on the path to prosperity. ¶ 5. (U) Per affrontare questa minaccia economica per la nostra alleanza, nel 2006 l’Ambasciata ha avviato il Partenariato per la Crescita, un ambizioso sforzo multiforme per spronare il dinamismo economico, contribuendo a muovere la ricerca di mercato, a far crescere i mercati dei capitali di rischio, a sostenere l’innovazione attraverso il rafforzamento dei diritti di proprietà intellettuale, e di creare modelli del ruolo imprenditoriale italiano. Attraverso il nostro programma di borse di studio Fulbright Business Exchange and Student Training (BEST) inviamo giovani imprenditori-scienziati italiani alla Silicon Valley con sei mesi di totale immersione nell’ambiente imprenditoriale statunitense. Tornano eccitati, pronti a fare nel loro paese quello che hanno fatto nel nostro. Di particolare rilievo, quasi tutti i costi sono coperti da donazioni di aziende italiane. Abbiamo portato anche molte delle migliori menti dell’innovazione degli Stati Uniti in Italia, a condividere le loro idee su come i paesi possono fare progressi. Abbiamo creato decine di nuovi super-strade web-based per la comunicazione e la condivisione di idee tra Italia e Stati Uniti. E attraverso più di 200 eventi nel corso degli ultimi due anni abbiamo fatto capire all’elite italiana che cosa deve essere fatto per mettere il paese sulla via della prosperità.
¶6. (U) We have made tremendous progress. We have strengthened the hands of those Italians who want to move their country forward, and in doing so we have greatly improved Italian perceptions of the United States. I am happy to report that because of our Partnership for Growth, in Italy, the words “”innovation”” “”growth”” and “”entrepreneurship”” are now usually associated with the United States of America. ¶ 6. (U) Abbiamo compiuto progressi enormi. Abbiamo rafforzato le mani di quegli italiani che vogliono muovere il loro paese in avanti, e così facendo abbiamo migliorato notevolmente la percezione italiana degli Stati Uniti. Sono lieto di comunicare che a causa del nostro Partenariato per la Crescita, in Italia le parole “innovazione”, “crescita” e “spirito imprenditoriale” ora sono di solito associate agli Stati Uniti d’America.
Maintaining a Common Stand on Iran¶7. (S/NF) We have made great advances in moving Italy solidly into our camp on Iran.  The Berlusconi government has cooperated fully on EU efforts to apply additional financial measures against Tehran, despite Italy’s disappointment with not being included in the P5-plus-1.  Their concerns have been eased somewhat by Quint pre-meeting consultations, but they worry that this mechanism is too informal and ad hoc to keep them properly informed.  Italian adherence to sanctions has always been complicated by their substantial commercial interests in Iran, but we will continue to monitor their economic activities and discourage further energy sector investments. Sustaining Italian support for sanctions and the P5-plus-1 negotiations may depend on keeping up early and high-level dialogue. Il mantenimento di una posizione comune sull’Iran¶ 7. (S / NF) Abbiamo fatto grandi progressi per spingere l’Italia solidamente nel nostro campo contro l’Iran. Il governo Berlusconi ha cooperato pienamente agli sforzi dell’UE di applicare ulteriori misure finanziarie contro Teheran, nonostante la delusione per l’Italia di non essere inclusa nel P5+1. Le loro preoccupazioni sono state ammorbidite un po’ da consultazioni pre-riunione a Quint, ma essi temono che questo meccanismo sia troppo informale e ad hoc per tenerli correttamente informato. L’adesione italiana alle sanzioni è sempre stata complicata a causa dei loro cospicui interessi commerciali in Iran, ma noi continueremo a monitorare le loro attività economiche e a scoraggiare ulteriormente investimenti nel settore energetico. Sostenere il supporto italiano per le sanzioni e i negoziati P5+1 possono dipendere il mantenimento di un dialogo iniziale e di alto livello.
Not Seeing Eye-To-Eye on Russia¶8. (S/NF) Italy’s relationship with Russia could become a point of friction if Italy continues to insist that Russia’s demands on Kosovo, Georgia, Ukraine and Missile Defense get a fair hearing in transatlantic and international fora.  We have advised them that taking a soft line on Russian actions against Georgia could damage their credibility.  We have also become concerned by a growing sympathy for Medvedev’s calls for a new security framework to supersede NATO, OSCE, and CFE. You can let Berlusconi know that public endorsement of Russia’s plans only serves to weaken the alliance. Non vedere le strizzate d’occhio alla Russia ¶ 8. (S / NF) Il rapporto dell’Italia con la Russia potrebbe diventare un punto di attrito se l’Italia continua ad insistere sul fatto che le richieste della Russia sul Kosovo, la Georgia, l’Ucraina e la Difesa Missilistica ricevano un favorevole ascolto nei consessi transatlantici ed internazionali. Li abbiamo informati che l’assunzione di una linea morbida sulle azioni russe contro la Georgia potrebbe danneggiare la loro credibilità. Siamo anche diventati preoccupati da una crescente simpatia per le richieste di Medvedev per un nuovo quadro di sicurezza che sostituisca la NATO, l’OSCE (Organization for Security and Cooperation in Europe, ndr) , e il CFE (Conventional Force in Europe, ndr). Voi potreste far sapere a Berlusconi che la pubblica approvazione dei piani della Russia serve solo ad indebolire l’alleanza.
¶9. (S/NF) The presence of a strong communist party and a history of leftist governments in Italy gave Russia a degree of influence not seen in any other Western European country. More recently, a commercial dependence on Russia, particularly in the energy sector, and a close personal relationship between Putin and Berlusconi based on mutual commercial interests and Berlusconi’s preference for dealing with assertive world leaders appear to be greater motivating factors in Italy’s relations with Russia. ¶ 9. (S/NF) La presenza di un forte partito comunista e una storia di governi di sinistra in Italia hanno dato alla Russia un certo grado di influenza che non si vede in nessun altro paese dell’Europa occidentale. Più recentemente, una dipendenza commerciale dalla Russia, in particolare nel settore energetico, e una stretta relazione personale tra Putin e Berlusconi sulla base di reciproci interessi commerciali e la preferenza di Berlusconi per trattare con i leader mondiali assertivi sembrano essere i maggiori fattori motivanti nei rapporti dell’Italia con la Russia.
Need for Energy Diversification¶10. (C/NF) Compared to EU countries further north, Italy is less dependent on Russia for energy, especially natural gas. Geography gives Italy access to more resources than other EU countries, including North African energy. There are already natural gas pipelines from Libya and Algeria to Italy.  An Algeria-Sardinia-Italy pipeline is being planned.  While Italy’s North African connections seem to be good news in terms of energy security, ENI has recently given Gazprom access to North African energy resources, in exchange for increased access to Siberian gas fields.  Italy hopes to make increased use of Liquid Natural Gas, but local environmental concerns have slowed the construction of regasification plants. The GOI claims to share our concerns, but in fact takes comfort in what it perceives to be its special relationship with Russia.  Italy’s largest energy company (ENI — one-third owned by the GOI) is now a major partner of Russia’s Gazprom, and is building strategically important pipelines for Gazprom in both the Black Sea and the Baltic. Many believe that ENI actions in furtherance of its own commercial goals are also helping Russia tighten its grip on Western Europe’s energy supply. Necessità di diversificazione energetica¶ 10. (C/NF) Rispetto ai paesi UE più a nord, l’Italia è meno dipendente dalla Russia per l’energia, in particolare dal gas naturale. Geografia dà all’Italia l’accesso a più risorse di altri paesi dell’UE, compresa l’energia del Nord Africa. Ci sono già gasdotti di gas naturale dalla Libia e dall’Algeria verso l’Italia. E’ in programma un gasdotto Algeria-Sardegna-Italia. Mentre i collegamenti Nord-Africani dell’Italia sembrano essere buone notizie in termini di sicurezza energetica, l’ENI ha recentemente dato a Gazprom l’accesso alle risorse energetiche del Nord Africa, in cambio di un maggiore accesso ai giacimenti di gas siberiano. L’Italia spera di fare un maggiore uso di gas naturale liquido, ma preoccupazioni ambientali locali hanno rallentato la costruzione di impianti di rigassificazione. Il governo italiano afferma di condividere le nostre preoccupazioni, ma in realtà si consola in quello che ritiene essere il suo speciale rapporto con la Russia. la più grande azienda Italia nel settore dell’energia (ENI – di proprietà per un terzo del governo italiano) è ora uno dei principali partner della russa Gazprom, e sta costruendo gasdotti strategicamente importanti per Gazprom sia nel Mar Nero sia nel Mar Baltico. Molti credono che le azioni di ENI volte al conseguimento dei suoi propri obiettivi commerciali siano anche quello di aiutare la Russia a stringere la sua presa sull’approvvigionamento energetico dell’Europa occidentale.
¶11. (C/NF) At the same time, Italy is taking steps to diversify its sources of energy.  Italy, through the Edison Company, is a key player in the Turkey-Greece-Italy (TGI) pipeline.  The availability of Azeri natural gas is a key concern, and the EU’s Nabbucco pipeline is sometimes seen by the Italians as a competitor for this gas.  Reports that Russia is courting Azerbaijan in an attempt to buy all of their gas is a major concern for Italy, since it would mean the end of TGI. ¶ 11. (C/NF) Al tempo stesso, l’Italia sta adottando misure per diversificare le sue fonti di energia. L’Italia, attraverso la Società Edison, ha un ruolo chiave nel gasdotto Turchia-Grecia-Italia (TGI). La disponibilità di gas azero naturale è un problema fondamentale, e la conduttura Nabucco dell’UE è a volte visto dagli italiani come un concorrente di questo gas. La notizia che la Russia stia corteggiando l’Azerbaigian in un tentativo di acquistare tutto il loro gas è una delle maggiori preoccupazioni per l’Italia, poiché significherebbe la fine del TGI.
Basing and Security Cooperation: A Cornerstone of the Relationship¶12. (C/NF) Italy remains our most important European ally for projecting military power into the Mediterranean, Middle East and North Africa. We have 14,000 U.S. military and DOD civilian personnel and 16,000 of their family members on five Italian bases. The GOI has approved the expansion of the base at Vicenza to consolidate the 173rd Airborne and the deployment of the USAF Global Hawk UAV in Sicily.  Legal challenges to the Vicenza expansion have been dismissed, and both projects are on track. COESPU (Center of Excellence for Stability Police Units), the peacekeeping training center, has graduated over 1,600 officers from 14 countries and has just finished training peacekeepers headed to Darfur.  We are now in discussions on locating component commands for AFRICOM and Italy has signaled that it would like to host the overall HQ. Porre le basi per la sicurezza e la cooperazione: una pietra angolare delle relazioni¶ 12. (C/NF) L’Italia resta il nostro alleato più importante in Europa per la proiezione di potenza militare nel Mediterraneo, Medio Oriente e Nord Africa. Abbiamo 14.000 tra militari USA e civili del Ministero della Difesa americano nonché 16.000 familiari in cinque basi italiane. Il governo italiano ha approvato l’ampliamento della base di Vicenza per consolidare la 173a Brigata Aerotrasportata e l’impiego del Global Hawk UAV dell’aeronautica USA in Sicilia. Dispute legali per l’espansione di Vicenza sono stati risolte, ed entrambi i progetti sono ben avviati. Il COESPU (Center of Excellence for Stability Police Units), centro di formazione per il mantenimento della pace, ha diplomato oltre 1.600 agenti provenienti da 14 paesi e ha appena finito di formare pacificatori diretti nel Darfur. Stiamo ora discutendo il posizionamento del comando per l’AFRICOM e l’Italia ha segnalato che vorrebbe ospitare il quartier generale.
Seeking Follow-Through in Afghanistan¶13. (C/NF) During the President’s June visit, Berlusconi agreed to loosen geographic caveats on Italian ISAF troops and to send approximately 30 additional Carabinieri trainers to support the ANCOP program. Control of Kabul has passed from Italy to France, and Italy intends to transfer a portion of their 1,200 Kabul-based troops to the Herat district. Because of budget constraints and large troop commitments in Lebanon and the Balkans, Italy is likely to reduce the number of troops stationed in Afghanistan. We would like to see Italy maintain as many troops as possible in Afghanistan and to provide more security training and military hardware. Cercare consenso in Afghanistan
¶ 13. (C/NF) Durante la visita di giugno del Presidente (Bush), Berlusconi ha accettato di allentare i punti di tensione geografici sulle truppe ISAF italiane e di inviare circa 30 ulteriori Carabinieri formatori a sostegno del programma ANCOP (Afghan National Civil Order Police). Il controllo di Kabul è passato dall’Italia alla Francia e l’Italia intende trasferire una parte del loro 1.200 soldati con sede a Kabul al quartiere di Herat. A causa dei vincoli di bilancio e degli impegni di truppe di grandi dimensioni in Libano e nei Balcani, l’Italia è in grado di ridurre il numero di truppe di stanza in Afghanistan. Ci piacerebbe vedere l’Italia mantenere le truppe il più possibile in Afghanistan e per fornire una formazione sulla sicurezza e supporto militare.
Stronger Support for Israel¶14. (C/NF) Berlusconi and Frattini proudly and publicly declare their support for Israel, refuse to consider Hamas a potentially constructive partner, and support the formation of an independent, democratic Palestinian state.  Frattini pledged additional aid to train and equip Palestinian police, but was unable to do so due to budgetary constraints. Maggiore sostegno ad Israele¶ 14. (C/NF) Berlusconi e Frattini con orgoglio e dichiarano pubblicamente il loro sostegno a Israele, rifiutano di considerare Hamas un partner potenzialmente costruttivo, e sostengono la formazione di uno Stato palestinese indipendente e democratico. Frattini ha promesso un aiuto supplementare per addestrare ed equipaggiare le forze di polizia palestinesi, ma non è riuscito a farlo a causa dei vincoli di bilancio.
Lebanon and Syria: Consultation and Cooperation¶15. (C) Italy has consistently offered political, financial and military support to Lebanon, and is the single largest contributor of troops to UNIFIL (over 2,500), which is currently under the command of an Italian general. Berlusconi pledged to maintain and strengthen UNIFIL and FM Frattini joined his Spanish and German counterparts in calling for Syria to halt its uncooperative approach to Lebanon.  You can encourage Italy to maintain this engagement, and to join in our efforts to improve security along the Lebanon-Syria border. Libano e Siria: consultazione e di cooperazione¶ 15. (C) L’Italia ha sempre offerto sostegno politico, finanziario e militare in Libano, ed è il maggior contribuente singolo di truppe UNIFIL (United Nations Interim Force In Lebanon, ndr) (oltre 2.500 militari), attualmente sotto il comando di un generale italiano. Berlusconi ha promesso di mantenere e rafforzare l’Unifil e il Ministro degli Esteri Frattini si unito ai suoi omologhi spagnoli e tedeschi nel chiedere alla Siria di fermare il suo approccio non cooperativo in Libano. È possibile incoraggiare l’Italia a mantenere questo impegno, e di unirsi ai nostri sforzi per migliorare la sicurezza lungo il confine Libano-Siria.
Expanding Military Cooperation In the Face of Budget Cuts¶16. (C/NF) The Italian MOD signaled that because of budget constraints, it may not meet its commitment to pay for 300 flight hours in the NATO SAC C-17 program.  After considerable pressure from SECDEF, the NATO SYG and myself, Italy agreed to postpone their decision until December.  We are, however, encouraging them to confirm their participation by mid-September.  Your visit is an excellent opportunity to remind them of the importance of this program to the Alliance. Ampliare la cooperazione militare a fronte di tagli di bilancio¶ 16. (C / NF) Il Ministero della Difesa italiano ha segnalato che, a causa di vincoli di bilancio, non può soddisfare il suo impegno a pagare per 300 ore di volo nel programma NATO SAC C-17. Dopo forti pressioni da parte del Segretario della Difesa Usa, del Segretario Generale della NATO e mia, l’Italia ha convenuto di rinviare la decisione a dicembre. Noi stiamo, tuttavia, incoraggiandoli a confermare la loro partecipazione entro la metà di settembre. La vostra visita è un’ottima occasione per ricordare loro l’importanza di questo programma per l’Alleanza.
¶17. (C) Berlusconi is likely to ask for your help on Finmeccanica’s acquisition of U.S. defense contractor DRS Technologies, a deal worth $5.2 billion.  The Italian government would like to see DRS obtain a Special Security Agreement from DOD, and will encourage a favorable decision by the CFIUS.  A recent announcement of intentions by Finmeccanica and Russian Technologies, a Russian para-statal industrial and defense conglomerate, to enter into a cooperation agreement has raised some red flags by CFIUS. Berlusconi may mention Italy’s contributions (2 billion euros) to the Joint Strike Fighter program.  He may also express interest in the USAF Tanker program rebid; the Italian firm Alenia Aeronautica has partnered with Boeing on the KC767. ¶ 17. (C) E’ probabile che Berlusconi chieda il vostro aiuto per l’acquisizione da parte di Finmeccanica dell’appaltatore della difesa americana DRS Technologies, un affare del valore di 5,2 miliardi di dollari. Al governo italiano piacerebbe vedere che DRS ottenga un accordo speciale di sicurezza dal DOD (Dipartimento della Difesa USA, ndr), e incoraggerà una decisione favorevole da parte del CFIUS (Committee on Foreign Investment in the United States, ndr). Un recente annuncio di intenzioni da parte di Finmeccanica e Russian Technologies, un conglomerato parastatale industriale e della difesa russo, di stipulare un accordo di cooperazione ha alzato alcune bandierine rosse da parte del CFIUS. Berlusconi potrebbe citare i contributi dell’Italia (2 miliardi di euro) per il programma Joint Strike Fighter. Egli potrebbe anche esprimere interesse per il rilancio del programma USAF Tanker; la ditta italiana Alenia Aeronautica è partner di Boeing sul KC767.
President Napolitano Has Limited Power, Considerable Influence¶18. (C) You will also be meeting with President Giorgio Napolitano. Although his constitutional powers are limited, Napolitano exercises his authority evenhandedly, evidenced by the praise and criticism he receives from both the political left and right.  During the collapse of the Prodi government in January 2008, Napolitano was a calming presence in the midst of a political maelstrom.  Since Berlusconi took office, Napolitano — whose roots are in the former Communist Party — has been careful to tread a legally sound middle ground.  He signed the controversial immunity law because it avoids the problems in earlier similar legislation, but also warned the Berlusconi government not to abuse its decree powers and instead to hold full debates on new legislation in Parliament.  President Napolitano’s seven-year term expires in 2013. Il Presidente Napolitano ha un potere limitato, una notevole influenza¶ 18. (C) Voi avrete anche un incontro con il presidente Giorgio Napolitano. Anche se i suoi poteri costituzionali sono limitati, Napolitano esercita la sua autorità in modo imparziale, dimostrata dalla lode e dalla critica che riceve sia dalla sinistra che dalla destra politica. Durante la caduta del governo Prodi nel gennaio 2008, Napolitano era una presenza rasserenante nel bel mezzo di un vortice politico. Dal momento che Berlusconi ha assunto il potere, Napolitano – le cui radici sono nell’ex Partito comunista – è stato attento a calcare un terreno giuridicamente corretto in equilibrio tra le parti. Ha firmato la controversa legge sull’immunità perché essa evita i problemi in precedenti leggi simili, ma anche messo in guardia il governo Berlusconi di non abusare dei suoi poteri decreto e, invece di tenere dibattiti completi in Parlamento sulle nuove leggi. Il mandato di sette anni del Presidente Napolitano scade nel 2013.
Comment¶19. (C/NF) Mr. Vice President, Italy has great potential to become an even closer partner and ally in addressing some of our most important global interests.  But the country is at a critical juncture, and could be faced with institutional and economic failure if difficult domestic choices are not made. Italy’s ability to partner with the U.S. will depend above all on the revival of its economy.  Your discussions with Berlusconi and key leaders can help this administration to maintain focus and direction on international issues at a point when their interests could be completely absorbed by domestic concerns. Commento¶ 19. (C/NF) Signor Vice Presidente, l’Italia ha un grande potenziale per diventare un partner ancora più vicino e alleato per affrontare alcuni dei nostri interessi più importanti a livello mondiale. Ma il paese è a un punto critico, e potrebbe essere di fronte a carenze istituzionali ed economiche, se non sono fatte difficili scelte nazionali. La capacità d’Italia di collaborare con gli Stati Uniti dipende soprattutto dal rilancio della sua economia. Le vostre discussioni con Berlusconi e i leader chiave potranno aiutare questa amministrazione a mantenere la concentrazione e la direzione sulle questioni internazionali in un momento in cui i loro interessi potrebbero essere completamente assorbiti da preoccupazioni nazionali.
¶20. (U) We are pleased that you are coming to Italy at this time.  I am certain that your visit will make an already robust relationship even stronger.SPOGLI ¶ 20. (U) Siamo lieti che veniate in Italia in questo momento. Sono certo che la vostra visita renderà ancora più forte una relazione già solida.SPOGLI

EnGiCav