Il processo a Saddam Hussein

nelle carte FBI

(da: FBI – the Vault)

Prosecutive Report Of Investigation

 

Federal Bureau of Investigation

Prosecutive Report of Investigation Concerning

SADDAM HUSSEIN

IRAQI SPECIAL TRIBUNAL

Article 11 – GENOCIDE

Article 12 CRIMES AGAINST HUMANITY

Article 13 – WAR CRIMES

ALL INFORMATION CONTAINED HEREIN IS UNCLASSIFIED

DATE 05-11-2009 BY uc/baw 60324

Copy to: Regime Crimes Liaison Office

Report of: SADDAM HUSSEIN

Office: FBIHQ

Date: March 10, 2005

Case ID # 163I-HQ-1462938

Narrative of Offense:

Federal Bureau of Investigation

Resoconto di Investigazione per la perseguibilità di

SADDAM HUSSEIN

Tribunale speciale iracheno

Articolo 11 – GENOCIDIO

Articolo 12 – CRIMINI CONTRO L’UMANITA’

Articolo 13 – CRIMINI DI GUERRA

Tutte le informazioni contenute all’interno sono declassificate

DATA 2009/05/11 da UC / BAW 60.324

Copia a: Regime Crimes Liaison Office

Relazione su: SADDAM HUSSEIN

Office: FBIHQ

Data: 10 Marzo 2005

Caso ID # 163I-HQ-1.462.938

Resoconto dell’Accusa:

 

Introduzione Dal 1980 al 1988, l’Iraq fu coinvolto in una guerra su vasta scala con il vicino Iran. La guerra Iran-Iraq fu combattuta su diversi fronti, tra cui la regione settentrionale dell’Iraq al confine con l’Iran. Questa regione, a volte chiamata Kurdistan o Regione Autonoma, era la patria dei curdi…
La struttura governativa irachena Secondo la Costituzione irachena in vigore prima che HUSSEIN assumesse la presidenza nel 1979, il Consiglio del Comando Rivoluzionario (RCC) era il supremo organo legislativo in Iraq ed era il più alto organo autorevole in Iraq ed era superiore al Gabinetto…
Pre-Anfal (1987) Il 10 Marzo, 1987, la Direzione Irachena del Servizio Segreto Militare (DMI) presentò una relazione di Intelligence Top Secret e riservata, Ml/sh3/Q2/5809, al Capo di Stato Maggiore dell’Esercito concernente l’attività dei ribelli curdi. Il rapporto identificava la posizione di molte delle basi di AL-BARZANI, la cooperazione e la reciproca assistenza tra il gruppo di AL-BARZANI e le forze iraniane, e dettagliava gli atti di sabotaggio da parte del gruppo di Al-BARZANI. La relazione inoltre rilevava che i precedenti attacchi aerei iracheni erano stati inefficaci a causa della geografia e della dimensione delle basi…
16 aprile 1987: attacco chimico su Balisan e Sheikh Wasan … Durante le ore serali del 16 aprile 1987, gli abitanti del villaggio di Sheikh Wasan e Balisan sentirono il suono di aeromobili in avvicinamento. Alcuni abitanti rimasero nelle loro case, mentre altri fuggirono nei rifugi antiaerei quando una dozzina di aerei comparvero alla vista, volando a bassa quota sui villaggi. Ci fu una serie di esplosioni ovattate…
L’attacco chimico del 25 Maggio 1987 sulla Valle di Malakan …Il 26 maggio l987, XXXXX faceva parte di un gruppo di Peshmerga che era arrivato nella Valle di Malakan. Nel tardo pomeriggio del 26 maggio 1987, XXXXX vide un MIG-25 che volava lentamente sulla valle di Malakan. Lunga circa cinque o sei miglia, la Valle di Malakan era la terra dei villaggi di Malakan, Talinan, Bila-Zohri e Bila-Zehri. XXXXX credeva che il velivolo stesse prendendo fotografie di sorveglianza per un attacco imminente…
L’attacco chimico del 6 giugno 1987 sulla Valle di Zewa …Nel giugno 1987, XXXXX (in seguito: XXXXX) viveva in un accampamento del Partito Comunista Iracheno (ICP) nella Valle di Zewa che si trova nella parte superiore del Kurdistan sopra Dohuk vicino a Kani Masi. Il campo ospitava la leadership dell’ICP compresi HAMID MUSA, alias Abu Musa, al tempo membro del governo provvisorio iracheno, Slayman Yousef, alias Abu AMIL, capo della commissione delle forze armate, TOMA TOMAS, alias Abu Jameel, responsabile dell’area di Bahdinan, e Abu Adel, consigliere politico per l’area di Bahdinan….
Restrizione della liberta’ e deportazione forzata  AL-MAJID ha dichiarato che la maggior parte dei curdi non voleva muoversi o lasciare le loro case. Coloro che lo fecero erano alla ricerca di miglioramenti come elettricità, frigoriferi, e insegnanti della scuola. Se i curdi si rifutavano di essere trasferiti, erano caricati su veicoli e portati, insieme alle loro proprietà, nei complessi abitativi di governo. Una volta che gli abitanti venivano deportati, i villaggi erano rasi al suolo per evitare che diventassero rifugi sicuri per i sabotatori…
La campagna di Anfal (1988)  Anfal è il termine usato dal governo iracheno per descrivere la sua campagna militare contro i curdi. Anfal, che significa “bottino”, si riferisce alla prima battaglia nel 624 d.C. tra musulmani e non musulmani. La campagna di Anfal ebbe otto fasi, di cui i primi sette furono diretti contro territorio dell’UPK e l’ultimo contro il territorio del PDK
Testimonianza dell’attacco sul Villaggio di Kane Balavi Circa nell’Agosto del 1988, XXXXX si trovava in un villaggio assiro, Kane Balavi, nella zona di Barwari Balla a nord di Dohuk. Lei ha affermato che gli abitanti del villaggio furono avvisati dalla milizia curda pro-regime, Jahsh, che l’esercito iracheno si stava avvicinando e che avrebbero dovuto lasciare il villaggio…
Halabja  Tariq AZIZ ha ammesso durante l’Interrogatorio che il primo uso confermato di armi chimiche contro una popolazione civile, in qualsiasi parte del mondo, si è verificato ad Halabja, in Iraq, nel marzo del 1988. Anche se era d’accordo con la speculazione che le armi si dice fossero state distribuite per dissuadere le forze iraniane dall’occupare Halabja, egli ha riconosciuto che in effetti la città era abitata da curdi e non da iraniani…
L’invasione del Kuwait del 1991  HUMMADI ha dichiarato che il fiasco dell’invasione del Kuwait fu causato da una decisione presa in 30 minuti. Durante una riunione dell’RCC, HUSSEIN recitò un vecchio proverbio che sosteneva che fosse meglio tagliarsi il collo piuttosto che tagliarsi il sostentamento. HUSSEIN elencò le ragioni per invadere il Kuwait e saggiò poi i membri della commissione…
La rivolta del 1991 Il 1 ° marzo 1991, il giorno dopo il cessate-il-fuoco della guerra del Golfo, cominciò la ribellione a Bassora. In pochi giorni, la ribellione si estese a Karbala, Najaf, Hilla, Nassiriya, Al-Amrah, Samawah, Kut e Diwaniyya. Ad un certo punto, tutte le province irachene tranne due erano in aperta rivolta…
L’uso di armi chimiche nel 1991  La mattina presto del 7 marzo 1991, un ufficiale del governo iracheno non identificato chiese l’autorizzazione all’uso “liquidi” contro i ribelli dentro ed intorno a Najaf. Le forze del Regime intendevano usare il “liquido” per colpire a fondo nelle forze come parte di un più grande assalto…
Le fosse comuni di Al-Mahawil Secondo il Rapporto dell’HRW Vol. 15, n. 5 del maggio 2003, sebbene molti di quelli sepolti nelle fosse comuni di Al-Mahawil restano non identificati, i resti di coloro che sono stati identificati dai parenti stabiliscono che i corpi sono quelli di iracheni arrestati durante le sommosse del 1991 e uccisi mentre erano sotto custodia del governo dell’Iraq…
Testimoni degli arresti e delle detenzioni ad Al-Mahawil  … Le condizioni nel campo di detenzione di Al-Mahawil erano molto umilianti:“Eravamo tutti ammassati in una sala dove difficilmente si poteva stare. Non ci era permesso di usare il bagno e usammo un angolo della sala per le nostre necessità. Lì era molto sporco, soffocante, e puzzolente. Di tanto in tanto tre o quattro della Guardia repubblicana speciale entravano nella sala e cominciavano a picchiarci con i loro fucili, bastoni o spranghe di ferro”
Testimoni alle esecuzioni Le esecuzioni effettuate in prossimità della base militare di Al-Mahawil, nel luogo dove è stata scoperta la grande fossa comune in un campo aperto nel maggio 2003, furono anche oggetto di testimonianza da parte degli agricoltori locali della zona. Gli agricoltori furono minacciati di morte, e mantennero il silenzio sullo sterminio fino alla caduta del governo di HUSSEIN

 EnGiCav