Gli abusi sui detenuti di Guantanamo

(da: FBI – the Vault)

Guantanamo Detainees

L’FBI ha pubblicato sul suo sito “FBI – The Vault” l’inchiesta speciale interna relativa alle modalità di interrogatorio e agli abusi denunciati sui detenuti rinchiusi a Guantanamo nel periodo dall’11 Settembre 2001 a fine 2002.

Dall’inchiesta è emerso che gli uomini dell’FBI e del Dipartimento di Giustizia non hanno violato durante gli interrogatori le policies e le linee guida imposte dalle due organizzazioni, ma hanno osservato e descritto episodi a volte crudi e aggressivi di personale militare o civile a contratto nei confronti i detenuti; gli stessi agenti dell’FBI non erano in grado di capire se tali tecniche di interrogatorio fossero o meno in linea con le policies del Dipartimento della Difesa, anche se coloro che poi saranno indicati come responsabili dei maltrattamenti diranno che erano state dettate direttamente dal Segretario della Difesa Rumsfeld. Tali denunce sono state depositate agli organi ispettivi interni sia durante il loro periodo di servizio degli agenti presso la base americana di Cuba, sia al loro ritorno negli USA, sia dopo la richiesta formale via e-mail inviata a tutti gli agenti operanti a vario titolo a Guantanamo dai responsabili dell’inchiesta speciale.

Avvertenza: le immagini raccolte su Internet riguardano sia gli abusi commessi sui detenuti di Guantanamo (Cuba) sia su quelli rinchiusi nella base di Abu Ghraib (Baghdad, Iraq), allo scopo di mostrare le varie tipologie di maltrattamenti denunciati dall’FBI nelle due carceri di massima sicurezza.

LETTERE DI RICHIESTA INFORMAZIONI

Richiesta di autorizzazione per designare la materia in esame come un’indagine speciale della Divisione Ispettiva (INSD) …Registrazioni realizzate con CTD hanno determinato che ci sono stati 532 dipendenti o consulenti dell’FBI che hanno prestato servizio presso Guantanamo in questo lasso di tempo. L’indagine ha portato ad identificare nove dipendenti che hanno osservato tale trattamento e hanno fornito una breve sintesi di ciò che hanno osservato. Non ci sono stati incidenti documentati che hanno coinvolto personale dell’FBI…
Fornitura dei risultati della relativa inchiesta speciale all’Ufficio del Console Generale (OGC) per l’analisi …Le interviste hanno portato alla determinazione che nessun personale dell’FBI è stato coinvolto in qualsiasi maltrattamento o comportamento aggressivo verso i detenuti a GTMO. Tutti gli incidenti osservati da questi dipendenti hanno coionvolto entità esterne, la maggioranza delle quali non è stato possibile identificare. Nessuno degli incidenti è stato di natura simile a quelli riportati nella prigione di Abu Ghrayb…
Modelli FD-302 originali d’inoltro e note investigative al “rotor” INSD …Dettagli: l’indagine speciale in oggetto è conclusa e le note originali FD-302s e di ricerca devono essere collocate nei file…

RISCONTRI POSITIVI DI MALTRATTAMENTI VERSO DETENUTI

Riscontro positivo 01 …In un paio di occasioni, sono entrato nelle camere per interviste a trovare un detenuto incatenato al suolo mani e piedi in posizione fetale, senza sedia, cibo o acqua. La maggior parte delle volte si era urinato e defecato addosso, ed era stato lasciato lì per 18, 24 ore o più. In un’occasione, l’aria condizionata era stato abbassata per molto tempo e la temperatura nella camera era così fredda che il detenuto scalzo tremava dal freddo… Il detenuto era quasi privo di sensi sul pavimento, con un mucchio di capelli accanto a lui. Evidentemente si era letteralmente strappato proprio i capelli per tutta la notte. In un’altra occasione, non solo la temperatura era insopportabilmente calda, ma nella stanza era riprodotta musica rap a volume estremamente alto, e questo dal giorno prima, con il detenuto incatenato mani e piedi in posizione fetale sul pavimento….
Riscontro positivo 02 …Durante le ore del tardo pomeriggio del 04/10/2002 XXXXX e XXXXX tornati per osservare l’interrogatorio del numero ### notarono che il Corano era stato messo in testa al numero ### e il capitano XXXXX, del Corpo dei Marine degli Stati Uniti, cominciò ad interrogare il detenuto. Ad un certo punto durante l’interrogatorio, il capitano XXXXX si sedette sopra il Corano, provocò il numero ### chiedendogli di cercare il Corano… Il giorno 05/10/2002, un pastore tedesco fu posto di fronte al numero ### mentre il suo conduttore comandava al cane di ringhiare, abbaiare e mostrare i denti…
Riscontro positivo 03 Quando XXXXX arrivò a Guantanamo, il numero ### era rinchiuso in una cella buia della Brigata Navale. XXXXX disse a XXXXX di aver pianificato che il personale militare interrogasse il numero ### per 24 ore nel tentativo di convincerlo a collaborare. Quando XXXXX obiettò su questa tecnica, XXXXX disse che la tecnica era stata approvata dal “segretario”, che capì essere il Segretario Rumsfeld…
Riscontro positivo 04 Ho sentito molte voci di cose che non ho osservato. Ho parlato con una interrogante (non so se militare o consulente o altro) che si vantava di fare lap-dance su un detenuto (forse il numero ###). Un altro interrogante (non so se militare o consulente o altro) si vantava di aver fatto ascoltare al detenuto n. ### musica black metal satanica per ore e ore. Poi l’interrogante si era vestito come un prete cattolico e aveva battezzato il detenuto al fine di salvarlo…
Riscontro positivo 05  …anche se lo scrivente non ha osservato alcun maltrattamento su detenuti, lo scrivente si ricorda di aver sentito una voce, in cui un detenuto non identificato di sesso maschile era stato presumibilmente vestito con abiti femminili, truccato, e non volontariamente fatto oggetto di una lap dance da parte di una guardia carceraria femminile, sia sotto la direzione che la prestazione personale di interroganti militari XXXXX, XXXXX. Lo scrivente ricorda inoltre, che l’incidente sopra riportato era stato utilizzato come una tattica che avrebbe portato al crollo e all’eventuale cooperazione del detenuto…
Riscontro positivo 06 Durante l’estate del 2002, egli entrò in una stanza di osservazione a Camp Delta e notò un detenuto in una sala delle udienze che si stava strofinando la gamba forse perché era stato collocato in una posizione di stress. Il detenuto indossava ceppi ed era ammanettato con polsini incatenati alla sua vita. XXXXX informò che le catene erano state sistemate per costringere il detenuto a stare in una posizione di “ricevitore di baseball”… XXXXX(Corbett) domandò perché il detenuto ### fosse stato ricoverato in ospedale per ipotermia. Il Tenente Colonnello XXXXX disse a XXXXX(Corbett), che al detenuto ### non era stata diagnosticata un’ipotermia…
Riscontro positivo 07 Un interrogante militare ed io stavamo intervistando un nuovo arrivo a GTMO durante le ore serali quando abbiamo sentito quello che sembrava un tuono. Dopo aver ascoltato diversi “tuoni” siamo usciti fuori dalla stanza dell’intervista per prenderci una pausa e vedere se il tempo aveva fatto un cambiamento drastico dal cielo sereno che avevamo visto prima dell’inizio della nostra intervista. Mentre camminavamo lungo il corridoio dell’edificio temporaneo in cui si trovavano le stanze dell’intervista, diedi un’occhiata verso una porta aperta attraverso cui vidi almeno due persone vestite in tenuta BDU (Battle Dress Uniform) e un detenuto in ginocchio sul pavimento con la fronte a terra. Il detenuto si teneva il naso e piangeva. C’era una abbondante quantità di sangue vicino al viso del detenuto…
Riscontro positivo 08 Quando il detenuto fu portato per l’intervista, XXXXX osservò che il detenuto aveva un occhio nero, tagli sul viso intorno alla zona del naso, e le sue dita su entrambe le mani erano fasciate. Il detenuto, che parlava inglese, disse parole che “essi”, accennando alle guardie della Polizia Militare (MP), avevano fatto questo a lui. Un colonnello a capo della Polizia Militare, il cui nome XXXXX non riusciva a ricordare, gli disse che le lesioni del detenuto erano state procurate in una rissa causata dal detenuto che non voleva conformarsi e dovette essere riportato all’ordine da parte di un team di pronto intervento. Il detenuto aveva anche una distorsione ad una delle sue caviglie, dovuta ad una ferita occorsa prima dell’arrivo del detenuto a Guantanamo…
Riscontro positivo 09 XXXXX si lamentò di essere stato maltrattato dalle forze statunitensi mentre era detenuto a Bagram e durante il suo trasporto a Camp Delta. XXXXX evidenziò i segni sui polsi, e si lamentò di essere stato costretto ad indossare un cappuccio durante il trasporto e che le guardie non gli avevano prestato attenzione per un dolore all’orecchio. Inoltre, XXXXX affermò che le guardie lo avevano picchiato durante il viaggio, XXXXX ha informato il traduttore dei suoi mali e gli fu detto che un medico lo avrebbe visto più tardi…
Riscontro positivo 10 In quella stanza, il detenuto era seduto su una sedia ed era trattato allo stesso modo che avevo visto per tutti gli altri detenuti, incatenati come questo ai piedi in modo che non potesse lasciare la stanza. Tuttavia, non c’era nessun interrogatorio in corso, perché le luci erano state spente e una luce stroboscopica stava lampeggiando, ed era riprodotta musica rock ad alto volume. Stimo che questo andò avanti dai 30 ai 60 minuti…
Riscontro positivo 11 Il 12 marzo 2004 fu fotografato il detenuto XXXXX- numero FBI #####, numero ISN ##### e sviluppate le stampe alle ore 16:36. Si osservò che XXXXX aveva gli occhi iniettati di sangue con un leggero gonfiore intorno al suo occhio sinistro. Dopo aver riesaminato le fotografie, ciò sembrava essere sangue rappreso che era uscito dal sopracciglio, e non si sentì alcun commento da parte del personale dell’esercito riguardo al trattamento aggressivo nei confronti del detenuto…
Riscontro positivo 12 Le tecniche di intervista che furono osservate dall’agente speciale XXXXX riguardarono i due intervistatori sconosciuti appartenenti ad un’agenzia sconosciuta governativa che avevano fatto sedere un detenuto sul pavimento al centro di una sala interviste, mentre musica tipo rap stava suonando ad un volume molto alto mediante un lettore CD/radio portatile, e mentre gli intervistatori fumavano sigari e soffiavano il fumo di questi sigari verso la faccia del detenuto, e continuamente deridevano il detenuto…
Riscontro positivo 13 Mentre ero lì, ho sentito la solita ridda di voci (altri agenti, personale militare) che faceva riferimento ad una tecnica usata dagli interroganti militari, che non era permesso che venisse utilizzata da agenti (FBI). La tecnica era quella di lasciare un detenuto legato in una stanza per interrogatori per un lungo periodo di tempo, dodici ore o più, e con il condizionatore d’aria alla temperatura più bassa possibile oppure spento. Presumibilmente, i detenuti non venivano rimossi dalle camere nemmeno per i loro bisogni. Questo metodo veniva usato solo verso quei detenuti difficile che non avevano intenzione di collaborare…
Riscontro positivo 14 …lasciando l’edificio delle interviste a Camp Delta circa alle 20:30 o più tardi, nel corridoio ascoltai musica ad alto volume e osservai lampi di luce. Camminai nel corridoio verso la porta aperta di una sala di sorveglianza per vedere cosa stesse succedendo. Dalla sala di sorveglianza guardai dentro la stanza delle interviste adiacente. In quel momento vidi un altro detenuto seduto sul pavimento della sala delle interviste con una bandiera israeliana avvolta intorno a lui, musica ad alto volume in riproduzione e una luce stroboscopica lampeggiante. Lasciai la sala di sorveglianza subito dopo aver visto questa attività…
Riscontro positivo 15 …I dettagli di queste interviste consistono in una corta catena legata al pavimento, temperature fredde, musica ad alto volume, luci stroboscopiche e (detenuti) lasciati in camera degli interrogatori per lunghi periodi di tempo. Ancora una volta, questo era coerente con la policy del DOD e non con la policy dell’FBI…
Riscontro positivo 16 …Sentimmo musica ad alto volume provenire dalle stanze all’estrema destra posteriore. Le luci erano spente nella camera per intervista / interrogatorio ma c’era una luce stroboscopica con musica ad alto volume all’interno e un detenuto vestito seduto sul pavimento, non c’era nessuno nella stanza. Uno sconosciuto maschio bianco in abiti civili entrò nella stanza mentre stavamo osservando, e ci disse che non dovevamo stare lì…
Riscontro positivo 17 …Ho visto un detenuto seduto al centro del pavimento, mentre veniva riprodotta musica rap o heavy metal da un lettore CD portatile. Due interroganti erano in piedi sopra il detenuto e continuamente ridevano e soffiavano il fumo del sigaro in faccia al detenuto…
Riscontro positivo 18 Un esempio di tale relazione può essere trovato nel modulo 315N-MM-C99102-AA40, seriale 13, in cui un detenuto ha denunciato che una guardia femmina si era tolta la sua camicia e, mentre premeva il suo corpo contro un detenuto ammanettato e trattenuto da dietro, gli manipolava i genitali e si asciugava il sangue mestruale sulla sua testa e il suo viso come una forma di punizione per la mancanza di cooperazione.
Riscontro positivo 19 …Ho osservato un detenuto in una stanza degli interrogatori incatenato al bullone sul pavimento in posizione inginocchiata. La stanza era completamente buia e c’era una luce stroboscopica lampeggiante posta di fronte al detenuto e un impianto stereo nella stanza che stava suonando musica a tutto volume. L’interrogante indossava una divisa militare senza identificativi di unità o targhette sulle uniformi quindi non ho idea per quale agenzia lavorasse…
Riscontro positivo 20 Durante il mio breve periodo di servizio temporaneo a Guantanamo nel luglio 2002, ho partecipato a qualche discussione su una pratica utilizzata nella quale il detenuto sarebbe stato messo nella stanza delle udienze circa 6-8 ore prima del colloquio in programma. L’aria condizionata in camera sarebbe stata abbassata al livello più basso di 13 °C. Era pratica comune impedire ai detenuti il movimento con le manette, catene alle caviglie, e una catena imbullonata al pavimento, che avrebbe impedito loro di muoversi per la stanza, e che in questo caso avrebbe impedito loro di regolare la temperatura dell’aria condizionata…
Riscontro positivo 21 …L’interrogante cercava di chiedere ad XXXXX di identificare le foto. Dopo gli iniziali 25 minuti di urla, XXXXX venne lasciato solo nella stanza in queste condizioni per circa 12 ore. Ad un certo punto l’interrogante tornò nel pomeriggio per assicurarsi che fosse ancora qui. Durante le 12 ore ad XXXXX non fu permesso di mangiare, pregare o usare il bagno. Uno degli interroganti è stato descritto come un uomo di circa 50 anni, capelli grigi e neri, baffi senza barba, basso, magro, e indossava una camicia blu…
Riscontro positivo 22 …non ho osservato alcun trattamento a Guantanamo, però, ho osservato trattamenti e alcune procedure in Afghanistan. Risponderò, se necessario. Attualmente sono in servizio a Legat Riyadh…
Riscontro positivo 23 …I soldati statunitensi arrivarono ​​al carcere di Sabergaan circa un mese dopo che XXXXX venne rilasciato. La cattura iniziale di XXXXX nel container e la sua permanenza all’interno del container furono i tre peggiori giorni della sua vita.
Riscontro positivo 24 …Durante il periodo dal 16/07 al 02/09/2003, una volta sono stato testimone di un detenuto in una sala colloqui, che fu sottoposto a musica ad alto volume e luci stroboscopiche. Ho visto questo mentre stavo recandomi oltre la sala per la mia strada per un’altra intervista…
Riscontro positivo 25 …Ho osservato un detenuto sottoposto a musica ad alto volume e ad una luce stroboscopica durante un interrogatorio. Non ricordo la data in cui questo ebbe luogo, né il nome del detenuto. o chi stesse interrogando il detenuto. Ho visto che questo stava accadendo circa alle 10:00 e credo che il detenuto fosse soprannominato “uomo veleno” a causa della sua conoscenza delle armi chimiche e biologiche…

RISCONTRI NON PIENAMENTE NEGATIVI DI MALTRATTAMENTI VERSO DETENUTI

Riscontro A Ad eccezione delle fluttuazioni nella regolazione della temperatura ambiente da parte del personale militare, lo scrivente contattato non ha osservato alcun trattamento aggressivo nei confronti dei detenuti durante il suo turno di servizio…
Riscontro B …Le accuse di XXXXX riguardanti il ​​trattamento duro sono incluse nell’ultimo paragrafo dell’FD-302. Il presunto trattamento di XXXXX non è così aggressivo come si presume siano state le tecniche usate ad Abu Ghraib, ma le accuse di XXXXX sono le sole accuse di maltrattamenti fisici dei quali mi resi conto mentre ero a Guantanamo. Ulteriori informazioni possono essere ottenute dallo specialista di lingua (LS) XXXXX, il solo traduttore Uighur durante il mio servizio…
Riscontro C …Mentre era là l’agente speciale XXXXX ha assistito ad interviste che potrebbero essere caratterizzate come contraddittorie in natura. Tuttavia, L’agente speciale XXXXX non ha osservato alcun trattamento aggressivo o utilizzo di tecniche di intervista/interrogatori che erano in contrasto con le policies e le linee guida delle interviste da parte dell’FBI…
Riscontro D …Ci sono state molte osservazioni fatte dagli investigatori durante la mia permanenza in GTMO che ogni volta che l’FBI stabiliva un rapporto con un detenuto, i militari intervenivano e il detenuto smetteva di essere collaborativo. L’esercito non fermavano le interviste mentre erano in corso, ma di routine prendeva il controllo del detenuto quando l’intervista veniva completata. La volta successiva che il detenuto veniva intervistato, il suo livello di cooperazione era diminuito. C’erano anche accuse fatte da diversi interroganti che gli interroganti militari si sarebbero presentati come agenti dell’FBI ai detenuti per molestarli…
Riscontro E …Pochi detenuti si sono lamentati per gli interrogatori, ad esempio piccoli problemi medici, reclami sul cibo e alcuni volevano essere spostati più vicino agli altri che parlavano la stessa lingua. Tutti questi problemi comunque minori sono state trasmessi ai funzionari competenti…
Riscontro F …In due o tre occasioni, durante i colloqui regolari, i detenuti mi hanno informato che essi erano stati sottoposti a musica ad alto volume per tenerli svegli ed gli erano state mostrate foto pornografiche, nel tentativo di sconvolgerli. Non ho conoscenza che queste attività sono state fatte da personale FBI e ho l’impressione che queste erano le tecniche usate dagli interroganti a contratto del Dipartimento della Difesa (DoD)…
Riscontro G …I detenuti intervistati dall’agente speciale XXXXX e dai suoi vari partner del CITF (Criminal Investigation Task Force) si sono lamentati della mancanza/ritardo della posta, gli appuntamenti dentali non fatti, l’impossibilità di far crescere i capelli / barba della lunghezza desiderata , ecc. I reclami concernenti la posta e gli appuntamenti dentali sono stati riportati dagli investigatori…
Riscontro H …Un detenuto è stato portato in una sala colloqui da due poliziotti militari incappucciati. Il detenuto è stato incappucciato e il cappuccio è stato rimosso dai poliziotti militari per l’intervista. Questa procedura non è stata sotto la nostra direzione. Ciò è accaduto in due occasioni. In un container per intervista, ho osservato una sala colloqui con le luci lampeggianti e musica rock ad alto volume che giungeva attraverso e sotto una porta…
Riscontro I …Ho visto un’intervista in cui il detenuto veniva intervistato seduto sul pavimento. La mattina seguente durante il briefing comune venne data la direttiva per il corretto trattamento dei detenuti nel corso di un’intervista…
Riscontro J …In una delle altre stanze degli interrogatori c’era un detenuto seduto su una sedia da solo nella stanza. Lo specchio di vetro a 2 vie era molto caldo al tatto, come se la temperatura ambiente fosse alta nella stanza degli interrogatori. Il detenuto sembrava addormentato sulla sedia. Il giorno dopo, mentre prendevo una poltrona nella stanza di osservazione vidi quello che sembrava essere lo stesso detenuto nella stessa stanza. La finestra emanava molto freddo quella mattina, come se la temperatura ambiente fosse bassa. Anche in questo caso il detenuto era solo e sembrava dormire nella stanza…
Riscontro K …Sebbene non abbia osservato alcun maltrattamento dei detenuti e non abbia partecipato ad alcun interviste, ho appreso che le camere delle interviste sono stati tenute abbastanza fredde e che gli intervistati sono stati tenuti in quelle stanze per lunghi periodi di tempo. Inoltre, XXXXX, un detenuto è stato tenuto nella cella in isolamento per un periodo prolungato di tempo, penso fino a 30 giorni.
Riscontro L …i detenuti non cooperativi potevano essere inseriti in una lista per una specifica tecnica di interrogatorio che coinvolgeva l’interruzione del ritmo del sonno, chiamata “frequent flyer program”. Con questa tecnica particolare, i detenuti identificati erano spostati di frequente da un blocco di celle all’altro ad intervalli che sembravano essere ogni ora o ogni due ore a seconda dei turni e la disponibilità del personale militare a spostare il detenuto. I detenuti erano trasferiti insieme a tutti i loro effetti personali. A causa del movimento in diverse celle i detenuti avevano il sonno interrotto per un periodo di 24 ore…

EnGiCav