Gli abusi sui detenuti di Guantanamo

(da: FBI – the Vault)

Guantanamo Detainees

 

Riscontro positivo 13: richiesta informazioni via e-mail

XXXXX (INSD)(FBI)To:                   XXXXX (IP)(FBI)

Subject:           RE: GTMO Detainees Treatment

I will put down as a positive response and OGC will make a determination reference the treatment and whether an interview is required. Thank you for the response.

—–Original Message—–

From:   XXXXX (IP)(FBI)

Sent:    Friday, July 09, 2004 5:19 PM

To:       XXXXX (INSD)(FBI)

Cc:       XXXXX (IP)(FBI); XXXXX (IP)(FBI); XXXXX (P)(FBI)

Subject: GTMO Detainee Treatment

SENSITIVE BUT UNCLASSIFIED

RECORD 297-HQ-A1327669-A

XXXXX,

This is written to your inquiry concerning interview techniques used on Guantanamo detainees which were not consistent with Bureau interview policy/guidelines.

I was TDY in Guantanamo from February 10 to March 27,2003. While there, I heard through the usual rumor mill (other agents, military counterparts) about a technique used by military interrogators which was not allowed to be used by Agents. The technique was to leave a detainee shackled in an interrogation room for an extended period of time, twelve hours or more, and either turn the air conditioner to its lowest possible temperature or off. Supposedly, the detainees were not removed from the rooms even to relieve themselves. This was only used for the difficult detainees who would not cooperate.

One day, while in one of the interrogation buildings, I was in one of the observation rooms which looked into two interrogation rooms. I was in this room because the detainee I was interviewing was in one of the interrogation room observed from this room. Laying on the floor of the other interrogation room was a detainee. I believe this detainee was subject to the above mentioned extended stay in the interrogation room.

The detainee did not appear distressed. The detainee may possibly have been asleep. He was dressed in the normal detainee jumpsit. His leg shackles were attached to the I-bolt in the center of the interrogation room floor as per SOP. I do not recall if the detainee was or was not wearing handcuffs. I do not recall observing any furniture in the room on which the detainee could sit. The detainee did not appear to have soiled himself and I did not observe any fluid on the floor around the detainee.

I do not know how long the detainee was in the room prior to my viewing him or how long he remained there after I saw him. I do not know what the temperature of the interrogation room was or if the air conditioning was on or off. I do not know who was responsible for this detainee’s interrogation. I do not know the detainee was nor would I recognize him as I do not recall seeing his face.

I do not remember if anyone was with me when I observed this or if there was someone, who that individual was. I do not remember who I was interviewing the day this occurred. I do not remember at what point during my TDY this occurred or what day it was. This likely occurred in the morning as this was when most of my interrogations took place.

My full bureau name is: XXXXX

Position: Special Agent

I will be on AL from July 13 to 18, 2004.

SENSITIVE BUT UNCLASSIFIED

XXXXX (INSD) (FBI)A: XXXXX (IP) (FBI)

Oggetto: RE: Trattamento detenuti Guantanamo

Lo considererò come un riscontro positivo e OGC Office of General Counsel) farà una valutazione del trattamento e se sia richiesta un’intervista ulteriore. Grazie per la risposta.

—– Original Message —–
Da: XXXXX (IP) (FBI)

Spedito: Venerdì 9 luglio, 2004 17:19

A: XXXXX (INSD) (FBI)

Cc: XXXXX (IP) (FBI); XXXXX (IP) (FBI); XXXXX (P) (FBI)

Oggetto: Trattamento dei detenuti di Guantanamo

SENSIBILE MA NON CLASSIFICATO

RECORD 297-HQ-A1327669-A

XXXXX,

Questo è scritto per l’inchiesta concernente le tecniche di intervista utilizzate su detenuti di Guantanamo, che non sono state coerenti con le policies/linee guida  di intervista dell’FBI.

Sono stato in servizio temporaneo a Guantanamo dal 10 febbraio al 27 marzo 2003. Mentre ero lì, ho sentito una solita ridda di voci (altri agenti, personale militare) che faceva riferimento ad una tecnica usata dagli interroganti militari, che non era permesso di essere utilizzata da agenti (FBI). La tecnica era quella di lasciare un detenuto legato in una stanza per interrogatori per un lungo periodo di tempo, dodici ore o più, e con il condizionatore d’aria alla temperatura più bassa possibile oppure spento. Presumibilmente, i detenuti non venivano rimossi dalle camere nemmeno per i loro bisogni. Questo metodo veniva usato solo verso quei detenuti difficile che non avevano intenzione di collaborare.

Un giorno mi trovavo in uno degli edifici degli interrogatori, in una delle stanze di osservazione che che consentiva di guardare due stanze di interrogatorio. Ero in questa stanza perché il detenuto che stavo intervistando era in una delle stanze degli interrogatori che stavo osservando da questa stanza. Steso sul pavimento della stanza degli interrogatori vi era un altro detenuto. Credo che questo soggetto detenuto fosse oggetto di quanto sopra menzionato nella stanza degli interrogatori.

Il detenuto non sembrava in difficoltà. Il detenuto poteva essere probabilmente addormentato. Era vestito in abiti da detenuto normale. La sua manette alle gambe erano state attaccate all’I-bolt (bullone centrale) al centro del pavimento della sala degli interrogatori come per SOP (?). Non ricordo se il detenuto indossasse o no le manette. Non ricordo di aver visto nessun mobilio della stanza su cui il detenuto potesse sedersi. Il detenuto non sembrava essersi sporcato e non vidi alcun liquido sul pavimento intorno al detenuto.

Non so per quanto tempo il detenuto si trovasse nella stanza prima che io lo vedessi o quanto tempo fosse rimasto lì dopo che lo vidi. Non so quale fosse la temperatura della stanza degli interrogatori o se l’aria condizionata fosse accesa o spenta. Io non so chi era responsabile per l’interrogatorio di questo detenuto. Non so chi fosse il detenuto né lo potrei riconoscere in quanto non ricordo di avere visto il suo volto.

Non ricordo se qualcuno fosse con me quando notai questa cosa o, se ci fosse stato qualcuno, che persona fosse. Non mi ricordo chi stavo intervistando il giorno in cui accadde questo episodio. Non ricordo in quale momento durante il mio servizio temporaneo ciò avvenne o quale giorno fosse. Ciò probabilmente avvenne al mattino in quanto la maggior parte dei miei interrogatori ebbe luogo in questo periodo della giornata.

Il mio nome completo FBI è: XXXXX

Posizione: agente speciale

Io sarò in Alabama dal 13 al 18 luglio 2004.

SENSIBILE MA NON CLASSIFICATO

 EnGiCav