Gli abusi sui detenuti di Guantanamo

(da: FBI – the Vault)

Guantanamo Detainees

 

 

Riscontro positivo 01: richiesta informazioni via mail

From:   XXXXX (BS) (FBI)

Sent:    Monday, August, 2004 10:46 AM

To:       XXXXX (INSD) (FBI)

Subject: RE: GTMO

Mr. XXXXX

As requested, here is a brief summary of what I observed at GTMO:

On a couple of occassions, I entered interview rooms to find a detainee chained hand and foot in a fetal position to the floor, with no chair, food, or water. Most times had urinated and defacated on themselves, and had been left there for 18, 24 hours or more. On one occassion, the air conditioning has been turned down so far and the temperature was so cold in the room, that the barefooted detainee was shaking with cold. When I asked the MP’s what was going on, I was told that interrogators from the day prior had ordered this treatment, and the detainee was not to be moved. On another occassion , the A/C had been turned off, making the temperature in the unventilated room probably well over 100 degrees. The detainee was almost unconscious on the floor, with a pile of hair next to him. He had apparently been literally pulling his own hair out throughout the night. On another occassion, not only was the temperature unbearably hot, but extremely loud rap music was being played in the room, and had been since the day before, with the detainee chained hand and foot in the fetal position on the tile floor.

Any questions feel free to call or ask via email XXXXXXXXXX

Da: XXXXX (BS) (FBI)

Spedito: Lunedi, 02 Agosto, 2004 10:46

A: XXXXX (INSD) (FBI)

Oggetto: RE: GTMO

Sig. XXXXX

Come richiesto, ecco un breve sommario di ciò che ho osservato GTMO:

In un paio di occasioni, sono entrato nelle camere per interviste a trovare un detenuto incatenato al suolo mani e piedi in posizione fetale, senza sedia, cibo o acqua. La maggior parte delle volte si era urinato e defecato addosso, ed era stato lasciato lì per 18, 24 ore o più. In un’occasione, l’aria condizionata era stato abbassata per molto tempo e la temperatura nella camera era così fredda che il detenuto scalzo tremava dal freddo. Quando ho chiesto alle guardie cosa stesse succedendo, mi fu detto che coloro che interrogavano avevano ordinato questo trattamento a partire dal giorno precedente, e che il detenuto non poteva essere spostato. In un’altra occasione, il condizionatore era stato spento, rendendo la temperatura nella stanza non ventilata probabilmente ben oltre i 100 gradi. Il detenuto era quasi privo di sensi sul pavimento, con un mucchio di capelli accanto a lui. Evidentemente si era letteralmente strappato proprio i capelli per tutta la notte. In un’altra occasione, non solo la temperatura era insopportabilmente calda, ma nella stanza era riprodotta musica rap a volume estremamente alto, e questo dal giorno prima, con il detenuto incatenato mani e piedi in posizione fetale sul pavimento.

Per qualsiasi domanda non esitate a chiamare o a chiedere all’indirizzo e-mail XXXXXXXXXX

—–Original Message—–

From:               XXXXX (INSD)(FBI)

Sent:                Thursday, July 29, 2004 10:58 AM

To:                   XXXXX (BS)(FBI)

Subject:           RE: GTMO

SENSITIVE BUT UNCLASSIFIED

NON-RECORD

Could you please provide a short summary of what you observed? Thanks.

—– Messaggio Originale —–

Da: XXXXX (INSD) (FBI)

Spedito: Giovedi July 29, 2004 10:58

A: XXXXX (BS) (FBI)

Oggetto: RE: GTMO

SENSIBILE MA NON CLASSIFICATO

NON-RECORD

Potrebbe per favore fornire una breve sintesi di ciò che avete osservato? Grazie.

—–Original Message—–

From:               XXXXX (BS)(FBI)

Sent:                Monday, July 12, 2004 10:10 AM

To:                   XXXXX (INSD)(FBI)

Subject:           RE:GTMO

SENSITIVE BUT UNCLASSIFIED

NON-RECORD

Mr. XXXXX

I am responding to your request for feedback on aggressive treatment and improper interview techniques used at GTMO. I did observe treatment that was not only aggressive, but personally very upsetting, although I can’t say that this treatment was perpetrated by Bureau employees. It seemed that these techniques were being employed by the military, government contract employees XXXXX.

My name is SA XXXXX, Boston Division, EOD XXXXX currently assigned to Squad C-9, telephone XXXXX.

—– Messaggio Originale —–

Da: XXXXX (BS) (FBI)

Spedito: Lunedi July 12, 2004 10:10

A: XXXXX (INSD) (FBI)

Oggetto: RE: GTMO

SENSIBILE MA NON CLASSIFICATO

NON-RECORD

Sig. XXXXX

Sto rispondendo alla richiesta di feedback sul trattamento aggressivo e tecnica di intervista impropria usati a GTMO. Ho fatto osservare che il trattamento non era solo aggressivi, ma personalmente molto sconvolgente, anche se non posso dire che questo trattamento sia stato perpetrato da collaboratori dell’FBI. E’ sembrato che queste tecniche venissero impiegate dai militari, da impiegati a contratto del governo e da XXXXX.
Il mio nome è Agente Speciale XXXXX, Divisione Boston, EOD (Entrance Of Duty, entrata in servizio, ndr) XXXXX attualmente assegnato alla pattuglia C-9, telefono XXXXX.

 Riscontro positivo 01: Modulo FD-302 (Verbale di intervista)

FEDERAL BUREAU OF INVESTIGATION

Date of transcriptio: 09/09/2004

XXXXX Boston Division, EOD: XXXXX was telephonically contacted concerning her knowledge of any aggressive treatment, interrogations, or interview techniques at Guantanamo Bay, Cuba (GTMO). After being advised as to the identity of the interviewing Agent and the purpose of the interview, XXXXX provided the following information to thirteen specific special inquiry questions:

XXXXX described her two month TDY assignment at GTMO as an interrogator of detainees. During February and March 2003, XXXXX was teamed with two different Naval Criminal Investigative Service (NCIS) Agents and several contract translators for detainee interviews. XXXXX initially worked with one NCIS Agent for roughly the first three weeks of her assignment, then a second Agent the last five of weeks of the TDY. XXXXX noted a slight work overlap between the two NCIS Agents during their training transition. The primary questioning responsibility for the interrogations was alternated each interview between each Agents. XXXXX also noted the interview assignment for the translators varied based on the spoken language of the detainee.

XXXXX never witnessed or was aware of any aggressive treatment, interrogations, or interview techniques employed on detainees at GTMO inconsistent with FBI or DOJ policy/guidelines. XXXXX had no knowledge or understanding of Department of Defense (DOD) authorization for the permitted use of harsh/aggressive interrogation techniques. Furthermore, XXXXX was unaware of DOD authorized interview techniques.

XXXXX had no substantive contact with Military Police or other U.S. government personnel at GTMO regarding detainee conditions or treatment and was unaware of any specific allegations of misconduct or mistreatment by U.S. personnel alleged by interviewees or others. XXXXX stated she had no pictures, video, audio, notes, or other documentation which depicted or described aggressive treatment, interrogations or interview techniques employed at GTMO or knowledge of anyone else who was in possession of such items.

XXXXX witnessed the consequences of perhaps questionable treatment of detainees on two different occasions. The two separate incidents occurred at the interrogation trailers named “Delta Camp”. However, XXXXX was unable to recall the specific dates or provide any knowledge of the two detainees identities. In both incidents, the detainees were chained  hand and foot in the fetal position and laying on the floor of the interview rooms. The rooms were without furnishings, to include any chairs. XXXXX also recalled the rooms were without evidence of any food or water. Furthermore, the temperature control of the rooms was regulated to be either extremely cold or hot. XXXXX noted one occasion where excessively loud rap music played in the detainee’s interview room. XXXXX believed the detainees were kept in such conditions for periods of time more than 18-24 hours, and longer. The detainees had urinated and/or defecated on themselves.

Shortly after the TDY assignment ended, XXXXX sent a personal letter to the Director explaining her desire to return to GTMO. XXXXX informed the Director she was in a position to generate significant intelligence collection regarding an investigative matter, and address the issue relating to the treatment of detainees.

Federal Bureau of Investigation

Data di trascrizione: 09/09/2004

XXXXX, Divisione Boston, EOD XXXXX è stato contattato telefonicamente riguardo la sua conoscenza in materia di trattamento aggressivo, interrogatori, o tecniche di intervista a Guantanamo Bay, Cuba (GTMO). Dopo essere stato avvisato circa l’identità dell’agente intervistante e lo scopo dell’intervista, XXXXX ha fornito le seguenti informazioni a tredici domande della specifica inchiesta speciale:

XXXXX ha descritto i suoi due mesi di assegnazione temporanea TDY (Temporary DutY) a Guantanamo come interrogante dei detenuti. Nel mese di febbraio e marzo 2003, XXXXX era in coppia con due diversi Agenti del Naval Criminal Investigative Service (NCIS) e con diversi traduttori a contratto per le interviste ai detenuti. XXXXX inizialmente lavorò con un agente NCIS per le prime tre settimane circa del suo incarico, poi con un secondo agente le ultime cinque settimane del TDY. XXXXX notò una leggera sovrapposizione del lavoro tra i due agenti dell’NCIS durante la loro transizione formativa. La responsabilità primaria di fare domande agli interrogatori si alternava tra gli agenti ad ogni intervista. XXXXX notò anche che l’assegnazione dell’intervista ai traduttori variava in base alla lingua parlata dal detenuto.

XXXXX non ha mai assistito o non è stato a conoscenza di alcun trattamento aggressivo, interrogatori, o tecniche di intervista compiuti su detenuti GTMO incompatibili con le policies/linee giuda dell’FBI e del Dipartimento di Giustizia. XXXXX non ha avuto conoscenza o comprensione dell’autorizzazione del Dipartimento della Difesa (DOD) all’uso consentito di tecniche di interrogatorio dure/aggressive. Inoltre, XXXXX non è stato a conoscenza di tecniche di intervista autorizzate dal DOD.

XXXXX non ha avuto nessun contatto sostanziale con la Polizia Militare o altro personale del governo americano a GTMO riguardo le condizioni o il trattamento dei detenuti e non è stato a conoscenza di eventuali accuse specifiche di cattiva condotta o di maltrattamenti compiuti da personale statunitense ipotizati dagli intervistati o da altri. XXXXX ha dichiarato che non aveva foto, video, audio, note o altra documentazione che raffigurasse o descrivesse trattamento aggressivo, interrogatori o tecniche di intervista attuate a GTMO o la conoscenza che qualcun altro fosse in possesso di tali elementi.

XXXXX fu testimone delle conseguenze di un trattamento forse discutibile sui detenuti in due diverse occasioni. I due diversi incidenti avvennero nei trailers degli interrogatori chiamato “Camp Delta”. Tuttavia, XXXXX non è stato in grado di ricordare le date specifiche o di fornire alcuna conoscenza dell’identità dei due detenuti. In entrambi i casi, i detenuti furono incatenati mani e piedi in posizione fetale e messi sul pavimento delle camere di intervista. Le camere erano senza arredi, senza alcuna sedia. XXXXX ha inoltre ricordato che le camere erano senza evidenza di cibo o acqua. Inoltre, il controllo della temperatura dei locali era regolato per essere estremamente freddo o caldo. XXXXX notò in un’occasione che era suonata musica rap a volume eccessivamente alto nella sala dell’intervista del detenuto. XXXXX ha ritenuto che i detenuti fossero stati tenuti in tali condizioni per periodi di tempo superiori alle 18-24 ore, o più a lungo. I detenuti si erano urinati e/o defecati addosso.

Poco dopo terminata l’assegnazione TDY, XXXXX ha inviato una lettera personale al direttore spiegando il suo desiderio di tornare a GTMO. XXXXX ha informato il direttore cge era in grado di produrre una significativa raccolta di intelligence riguardante una materia investigativa, e affrontare la questione relativa al trattamento dei detenuti.

 EnGiCav